Il canto della farfalla


Francesca Pacini - January 1, 1970

Il canto della farfalla Copertina del libroUn saggio narrativo nato dall'esperienza autobiografica di una giornalista che descrive le fasi della relazione con un narcisista patologico e fornisce le indicazioni per uscire salvi da un rapporto distruttivo. La teoria si mescola con la narrazione in prima persona, mettendo a fuoco cosa accade durante il rapporto traumatico. La sopravvissuta alla fine della battaglia si trasforma in farfalla. Il dolore, la malattia, il trauma fisico ed emotivo (che culminano in un disturbo post traumatico complesso), infatti, sono strumenti che, se usati bene, permettono un importante salto evolutivo grazie al quale nulla sarà più come prima. Alla perdita dell'innocenza si sostituisce una consapevolezza profonda, uno sguardo diverso su sé stessi e sul mondo. Il libro racconta tutti i meccanismi patologici del rapporto con un narcisista, ma si sofferma in particolar modo sulle tecniche di guarigione attraverso l'esperienza e le conoscenze. Fisica quantistica, percorsi psicologici e olistici, scienze sacre, yoga, spiritualità, mindfulness e il riferimento alle antiche tradizioni iniziatiche aprono una finestra inedita, interdisciplinare, che definisce un cammino luminoso dove ogni pezzo del puzzle trova ragione e compimento.

Il botto


Emilio Martini - January 1, 1970

Il botto Copertina del libroUn'altra indagine pericolosa per il commissario Berté Salendo su una barca dall’epico nome di Antigone, Gigi Berté non si aspettava di finire a capofitto in una tragedia greca… e di esserne anche, suo malgrado, un protagonista. L’imprevisto invito di una velista, accettato per fuggire da un fantasma del passato, trasforma la tranquilla uscita in mare del commissario in un vero incubo… quando un motoscafo Riva esplode a pochi metri dalla vela. Berté si salva con qualche ferita, ma non così la donna, ricoverata in fin di vita all’ospedale, né il pilota del motoscafo, dilaniato dall’esplosione. Le indagini si concentrano sulla vittima, Vittorio Cella, un imprenditore dal passato burrascoso e sibillino che millantava guadagni derivanti da rocambolesche circostanze, e descritto da amici e famigliari come un bugiardo cronico, una persona inaffidabile ma dotata di innata simpatia e sincera generosità d’animo. Le ricerche, però, coinvolgono anche un dinamitardo dal viso angelico e dalla comprovata crudeltà, uno zio arido e misantropo, una ballerina che si presenta con la figlia naturale di Vittorio Cella e con un minaccioso fratello. L’inchiesta è di per sé un rompicapo, considerati i continui colpi di scena, e Berté deve ricorrere ai suoi «metodi fantasiosi» per arrivare a scoprire la torbida verità.

Il problema è che ti penso...


Paola Servente - January 1, 1970

Il problema è che ti penso... Copertina del libroLa sfida: cento interminabili giorni… senza innamorarsi! Discoteca con le amiche, lavoro come insegnante di educazione fisica, tanta pallavolo e uomini che non abbiano troppe pretese: ecco la vita perfetta secondo Martina De Marchi.  Dopo anni un po’ burrascosi, che le hanno lasciato qualche ferita, le cose per lei sembrano finalmente andare per il verso giusto, specialmente ora che è stata scelta come coordinatrice di un prestigioso centro estivo. Certo, al momento dell’offerta, il dirigente scolastico si è ben guardato dal farle presente tutti i dettagli. Non le ha spiegato con chi dovrà collaborare... Perché il progetto prevede cento interminabili giorni da trascorrere, possibilmente senza litigare, insieme all’insopportabile Saverio Belli. Martina è spigliata, maliziosa e non disdegna espressioni colorite. Saverio è timido, gentile con tutti e i suoi modi sono impeccabili. Sono due perfetti opposti e la collaborazione forzata, lo sanno entrambi, non sarà facile. E, a complicare ulteriormente le cose, tra loro scocca una fastidiosa e inopportuna scintilla che, nonostante cerchino di ignorarla, non vuole saperne di spegnersi... Una commedia romantica irresistibile Odio, amore… e tante scintille! Hanno scritto del suo precedente libro: «Scritto bene, benissimo. Frizzante e intelligente.» «Le parole giuste, nel modo giusto. Da leggere tutto d’un fiato.» «Un romanzo che ho amato per la sua trama che va un po’ fuori dai soliti schemi romance. Una storia che mi ha emozionata e divertita.» «Bellissimo romanzo, romantico e ironico. Si legge velocemente, scrittura fluida e stile molto piacevole.» Paola Servente Conduttrice e autrice radiofonica, è la voce mattutina di Radio Babboleo. Dopo essersi laureata in Scienze Politiche, si è dedicata per anni alla scrittura di testi commerciali, destinati a musica e teatro. Nel 2012 ha pubblicato Ti fidi di me, un romanzo scritto interamente su iPhone durante i suoi quotidiani viaggi in treno tra il Tigullio, dove vive, e Genova. Con la Newton Compton ha pubblicato Il problema è che mi piaci… e Il problema è che ti penso…

Follia greca (eLit)


Sarah Morgan - January 6, 2021

Follia greca (eLit) Copertina del libroDopo sei mesi trascorsi in compagnia del chirurgo pediatrico Nikos Mariakos – di giorno al suo fianco in sala operatoria, di notte nel suo letto – l'infermiera Ella è costretta ad ammettere di essere perdutamente innamorata di lui. Finché Nikos non la lascia all'improvviso, lo stesso giorno in cui il test di gravidanza risulta positivo! Ed è allora che Ella scopre – dalle pagine di una rivista – che il padre di suo figlio è un milionario. Quanti altri segreti le avrà nascosto?

Un delitto inglese


Cyril Hare - January 1, 1970

Un delitto inglese Copertina del libroIl Natale in un'antica dimora, un fidato maggiordomo, la tempesta di neve, l'immancabile delitto. Il più classico dei gialli in perfetto stile britannico.

La scommessa


C.M. Stunich - January 1, 1970

La scommessa Copertina del libroFar crollare la nuova ragazza. Dovrebbe essere facile, no? La gentaglia come lei non appartiene alla Burberry Prep. No, Marnye Reed cadrà e abbiamo intenzione di fare di lei uno spettacolo. Vediamo chi riuscirà a farla innamorare per primo. Diamo al via alle scommesse. Qualcuno vuole provare? *** Resistere a questi ragazzi ricchissimi. Sono gli idoli della scuola, dei veri e propri dèi in terra. Uno ricco di famiglia, un arricchito e una stella nascente. Non assomigliano affatto ai miei vecchi compagni di scuola. Anche se vengo dal nulla, voglio essere qualcuno nella vita e non permetterò loro di mettersi in mezzo. Dicono che renderanno la mia vita un inferno e credo proprio che abbiano intenzione di mantenere la promessa.